Salta al contenuto principale Salta al menu principale

Animali

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 058 del 22 marzo 2004 è stato approvato il Regolamento Comunale per la tutela ed il benessere degli animali in Città Logo File PDF.

La Città di Biella, nell'ambito dei principi e indirizzi fissati dalle leggi, promuove la cura e la presenza nel proprio territorio degli animali, quale elemento fondamentale e indispensabile dell'ambiente, riconosce alle specie animali non umane diritto ad un'esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche/etologiche ed individua nella tutela degli animali uno strumento finalizzato al rispetto ed alla tolleranza verso tutti gli esseri viventi e in particolare verso le specie più deboli.

La Città di Biella, in base all'art. 2 della Costituzione della Repubblica Italiana, riconosce la libertà di ogni cittadino di esercitare, in modo singolo o associato, le attività connesse con l'accudimento e la cura degli animali, quale mezzo che concorre allo sviluppo della personalità e della socializzazione in grado di attenuare le difficoltà espressive e di socializzazione.

Il Sindaco, esercita la tutela delle specie animali presenti allo stato libero nel territorio comunale, vigilando a mezzo degli organi competenti sui maltrattamenti, gli atti di crudeltà e l’abbandono degli stessi.

La Città di Biella, promuove e disciplina la tutela degli animali da affezione, condanna e persegue gli atti di crudeltà contro di essi, i maltrattamenti ed il loro abbandono.

ANAGRAFE CANINA INFORMATIZZATA

La Regione Piemonte ha istituito, con la Legge Regionale 19 luglio 2004, n.18, l'anagrafe canina informatizzata che consente di registrare tutti i cani presenti sul territorio regionale.

A partire dal 5 novembre 2004 gli animali nuovi nati o acquistati devono essere identificati tramite microchip da applicarsi entro 60 giorni dalla nascita o comunque prima della vendita.

I cani identificati prima di tale data con il tatuaggio mantengono l'identificativo precedente e non devono essere nuovamente identificati con il microchip.

Chi sia in possesso di un cane non ancora registrato e tatuato ha tempo fino al 4 dicembre per fare inserire il microchip senza penalità. Un servizio gratuito di inserimento del microchip viene effettuato dal Servizio veterinario dell'ASL per i cani il cui tatuaggio non risulti più leggibile.

Tutti gli animali possono in questo modo essere registrati nella banca dati regionale unitamente alle loro caratteristiche (razza, sesso, età, colore, etc.) ed ai dati del proprietario.

La banca dati regionale consente di risalire in tempi brevi ai proprietari dei cani smarriti o abbandonati riducendo il randagismo e diminuendo il numero di animali nei canili.

Tutti i cani devono essere identificati entro il 60° giorno di vita o comunque prima di qualsiasi cambiamento di proprietà dell'animale.
I proprietari delle cucciolate o di cani non identificati possono rivolgersi per l'identificazione entro i tempi prescritti sia al Servizio veterinario dell'ASL di residenza (con pagamento di tariffa per il rimborso dei costi del materiale utilizzato), sia al medico veterinario di fiducia autorizzato all'applicazione dei microchip (con pagamento di parcella). Per l'intervento è necessario recarsi all'appuntamento con il cane, portando con sé documento d'identità e codice fiscale.

NON è necessario rivolgersi agli Uffici comunali per la compilazione della scheda segnaletica poiché tutte le informazioni necessarie vengono rilevate direttamente dal veterinario identificatore.

Se il cane acquistato è già stato identificato, è necessario segnalare al Sevizio veterinario il cambio di proprietà dell'animale.

SE PERDO IL CANE...

Nel caso di smarrimento del cane il proprietario è necessario farne segnalazione alla polizia Municipale del comune di residenza entro 3 giorni dallo smarrimento.

SE TROVO UN CANE...

Nel caso di ritrovamento di un cane è necessario darne subito comunicazione alla Polizia Municipale. Se il cane è identificato, tramite l'anagrafe canina è possibile risalire immediatamente al suo proprietario.

PER ALLEVATORI E COMMERCIANTI DI CANI...

Dal 5 novembre 2004 è vietato cedere o vendere cani non identificati con il microchip. Per le procedure rivolgersi al Servizio veterinario dell'ASL.

CANILI

Nel Comune di Biella la gestione dei cani randagi e vaganti è affidata al Consorzio dei Comuni, ente pubblico costituito da una unione di Comuni che gestisce per conto dei suoi associati diversi servizi.

Il Consorzio ha affidato il servizio di recupero e ospitalità dei cani randagi e vaganti alla Cooperativa Sociale Onlus "I Giganti dell'Andriana", che dispone, per tale scopo, di due canili :

  • uno proprio, sito in Sandigliano;
  • uno di proprietà del Consorzio, sito in Cossato.

Nei due canili operano alcuni veterinari specializzati iscritti all'Ordine dei Veterinari.

Per le comunicazioni con il gestore dei canili sono :

  • Cellulare : 388 1718796
  • Canile Sandigliano : 015 2493116
  • Canile Cossato : 015 9842509

AREE VERDI PER CANI

Nella Città di Biella sono presenti due spazi protetti :

  1. via Carso angolo via Asmara
  2. via Lamarmora angolo via Fecia di Cossato, presso il giardino pubblico"Vittorio Emanuele II"

Aree Verdi per Cani - Regole all'Utilizzo

Le aree dedicate ai cani sono pubbliche.

Al loro interno i cani possono essere lasciati liberi senza guinzaglio e/o museruola sotto la responsabilità dei conduttori e nel rispetto degli altri frequentatori dell’area.

GATTI

Le colonie feline che si trovano sul territorio comunale sono patrimonio cittadino, sono poste sotto la tutela del Sindaco ed hanno diritto a ricevere alimentazione, riparo e cure. Nel caso di episodi di maltrattamento e/o uccisione la Città di Biella procederà ai sensi della Legge 20 luglio 2004 n. 189.

Per "colonia felina" si intende un gruppo di gatti che vivono in libertà e sono stanziali o frequentano abitualmente lo stesso luogo pubblico o privato.

La Città di Biella riconosce l'attività benemerita dei cittadini che, come gattare e gattari, si adoperano volontariamente e gratuitamente per la cura ed il sostentamento dei felini. 
Agli stessi, in seguito all'affidamento di una colonia felina, è rilasciato un apposito tesserino di riconoscimento previo accertamento dell'Ufficio Ambiente, sentito il parere del Servizio Veterinario dell’ASL competente, ed in collaborazione con le associazioni animaliste cittadine.

Per il rilascio del tesserino occore presentare all'Ufficio Ambiente apposita istanza redatta secondo il modello allegato di seguito:

Il tesserino ha la funzione di riconoscibilità dei predetti soggetti affidatari da parte della Città di Biella.

I responsabili delle colonie feline hanno la possibilità di usufruire, per gli interventi chirurgici di sterilizzazione dei gatti, dell'apposita convenzione stipulata dal Comune di Biella con lo Studio Veterinario Cavour, via Cavour 15, Biella.

SPORTELLI REGIONALI E TERRITORIALI DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE

La Regione Piemonte ha istituito uno sportello a cui i cittadini si possono rivolgere per informazioni sui principi e le norme sanitarie e di tutela che riguardano gli animali d'affezione.

Portale della Regione Piemonte dedicato agli animali di affezione

La D.G.R. n.35-9655 del 22 settembre 2008 ha previsto l'apertura dello Sportello di igiene urbana veterinaria dell’ASL BI