Salta al contenuto principale Salta al menu principale

Imposta Unica Comunale (IUC) IMU/TASI 2018

Anno d'imposta 2018

Con l'approvazione della deliberazione consiliare del 19 dicembre 2017, n. 95 sono state confermate le aliquote già approvate l'anno precedente per le componenti IMU e TASI relative alle fattispecie impositive ancora vigenti e riepilogate nella tabella a fondo pagina.
Per l'anno d'imposta 2018 il quadro normativo di riferimento è rimasto sostanzialmente invariato rispetto all'anno precedente.
Si raccomanda di consultare la sezione Informazioni utili per maggiori dettagli sulle principali agevolazioni.

Scadenze e versamento

La deliberazione consiliare 21 del 13/03/2018, intervenendo sull'art. 6 capo II del regolamento IUC, ha elevato l'ammontare minimo d'imposta al di sotto del quale non sono dovuti versamenti, che passa da € 12,00 a € 50,00.
Per l'anno d'imposta 2018 le scadenze unificate per IMU e TASI sono:

  • 16/06/2018, posticipata al 18/06 (in quanto il 16/06 è sabato), per il versamento dell'acconto;
  • 16/12/2018, posticipata al 17/12 (in quanto il 16/12 è domenica), per il versamento del saldo/conguaglio.

Entro la scadenza dell'acconto deve essere versata metà dell'imposta dovuta annua, calcolata in base alla situazione immobiliare al 16/06. Entro la stessa data può essere altresì versata l'intera imposta annua in unica soluzione. Entro la scadenza del saldo deve essere versato l'eventuale conguaglio dell'imposta dovuta annua tenendo conto delle somme versate in acconto.
I termini di versamento di acconto e saldo sono scaduti, pertanto qualora si ravvisi di non aver effettuato versamenti o versamenti insufficienti è necessario effettuare pagamenti in ravvedimento operoso. È possibile calcolare l'ammontare da versare in ravvedimento utilizzando il calcolatore on-line presentato nella sezione simulazione del calcolo dell'imposta avendo cura di spuntare la rilevante casella per il ravvedimento (presente nel riepilogo a fondo pagina del calcolatore) nonché indicando quanto già eventualmente versato entro la scadenza.
Si ricorda che l'integrazione approvata con la deliberazione consigliare del 21/12/2015, n. 115 al regolamento delle entrate comunali (art. 29) ha esteso il termine per il ravvedimento "lungo" con sanzione ridotta del 3,75 % ai due anni successivi al termine per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno d'imposta del mancato versamento.
Per le modalità di versamento si rimanda alla pagina dedicata alla IUC per il corrente anno d'imposta.

Simulazione del calcolo dell'imposta

Per una simulazione di calcolo on-line delle imposte IMU e TASI dovute per immobili situati nel Comune di Biella, è possibile utilizzare il programma predisposto grazie alla collaborazione con l'A.N.U.T.E.L. - Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali.
ACCESSO AL SERVIZIO
La suddetta simulazione non esonera il contribuente da una verifica sulla correttezza dei dati inseriti, pertanto si consiglia di utilizzare visure catastali aggiornate ogni anno. Il calcolatore non contempla aliquote e fattispecie particolari (es. fabbricati invenduti imprese, ecc.), per cui si invita il contribuente a prestare la massima attenzione ai dati inseriti e a verificare sempre quanto il calcolatore propone come versamento d'imposta dovuto. Si consiglia inoltre di verificare sempre che le aliquote proposte automaticamente dal calcolatore corrispondano a quelle da ultimo deliberate dal comune. Qualora non vi fosse corrispondenza, è possibile inserire manualmente l'aliquota corretta. Il Comune di Biella non è responsabile di eventuali errori nella compilazione.

Informazioni utili

Visto il quadro normativo sostanzialmente invariato, per la disamina di definizioni e agevolazioni si rimanda alla pagina relativa all'anno d'imposta 2019.
Linea orizzontale

Tabelle

Aliquote

Aliquote adottate con deliberazione consiliare del 19 dicembre 2017, n. 95.

Aliquota IMU TASI
Ordinaria 10,60 ‰ 0,00 ‰

Abitazione principale e relative pertinenze (escluse categorie catastali A/1, A/8, A/9)

0,00 ‰

0,00 ‰

Abitazione principale categorie catastali A/1, A/8, A/9 e relative pertinenze

2,70 ‰
Detrazione € 200,00

3,30 ‰
Detrazione € 175,00

Alloggi assegnati da IACP o enti di edilizia residenziale pubblica comunque denominati e relative pertinenze

6,36 ‰
Detrazione € 200,00

0,00 ‰

Aree fabbricabili

10,60 ‰

0,00 ‰

Terreni agricoli

10,60 ‰

0,00 ‰

Moltiplicatori e rivalutazioni

Categorie catastali

Moltiplicatore

Categorie A (esclusa A/10) e C/2, C/6, C/7

160

C/1

55

Categorie B e C/3, C/4 e C/5

140

A/10 e D/5

80

Categorie D (esclusa D/5)

65

Terreni agricoli

135

Rivalutazione

Rendita catastale fabbricati

5 %

Reddito dominicale terreni agricoli

25 %

Codici tributo

Codici tributo IMU

3912

IMU abitazione principale e pertinenze

3914

IMU terreni (quota Comune)

3916

IMU aree fabbricabili (quota Comune)

3918

IMU altri fabbricati (quota Comune)

3925

IMU immobili produttivi gruppo D (quota Stato)

3930

IMU immobili produttivi gruppo D (quota Comune)

Codici tributo TASI

 

3958

TASI abitazione principale e pertinenze